Facile da digerire, stimola l’appetito:
Grazie al suo sapore amaro, la birra e’ una bevanda rinfrescante e tonica, oltre che nutriente. Inoltre la sua ricchezza di estratti naturali la rende un ottimo aperitivo perché stimola le papille gustative e quindi l’appetito. 
 
Diete iposodiche:
La birra e’ una bevanda con un contenuto molto basso di sodio e quindi e’ molto adatta per le diete iposodiche. La relazione del potassio al sodio nella birra e’ 15.7, simile a quella dell’acqua potabile e sedici volte inferiore a quella del latte. 
 
Apporto vitaminico:
Il consumo di un terzo di birra apporta un 10% di fosforo e altre vitamine solubili del gruppo B, importanti per l’ equilibrio nervoso, come la riboflavina (B2) che aiuta la digestione, la piroxidina (B6), la niacina, i folati e gli acidi folici, la tiamina (B1) che interviene sul metabolismo dei glucidi.


Minimo contenuto alcolico:
La birra contiene poco alcol; a seconda del tipo, dai 4 ai 5 gradi.Rispetto ad altre bevande, l’alcol contenuto nella birra e’ pochissimo. Per esempio il sidro, che e’ una delle bevande meno alcoliche, può contenerne più che la birra, poiché la sua gradazione varia tra i 2 e i 6 gradi. Il vino (8-13 gradi), i liquori (35-45), il whisky e il cognac (50-60) e l’anice (45-70) contengono decisamente più alcol della birra.
Si ritiene di solito che un litro di vino possa essere equiparato a un litro di birra per contenuto alcolico, però per ottenere lo stesso alcol di un litro di vino bisogna usare circa 2 litri e mezzo di birra.